Credito al consumo, boom tra i ciociari

0
658

Credito al consumo, boom tra i ciociari

Auto, elettrodomestici, case: l’indebitamento in provincia è crescito del 17,7%

di MASSIMO CECI

I ciociari si indebitano sempre di più per comprare auto, elettrodomestici, mobili ma soprattutto case. Acquisti a rate, carte di credito, prestiti personali contro cessione dello stipendio crescono molto di più di quanto crescano i mutui. Se la media regionale di crescita del credito al consumo erogato dalle banche ha raggiunto nel dicembre 2003 il valore di 11,8% rispetto al dicembre 2002 (dati complessivi della Banca d’Italia), la provincia di Frosinone ha fatto il boom, e con un aumento stimato del 17,7% si colloca subito dietro Viterbo (+22%) ma molto prima di Rieti (che registra una diminuzione), di Roma e Latina (che invece confermano l’incremento regionale). Un volume d’affari che secondo le stime degli esperti nel 2003 ha superato i 600 milioni di euro in Ciociaria e che tornerà ad impennarsi nel 2005.
Da uno studio della banca di Credito Cooperativo di Anagni, emerge poi che su 10 domande di finanziamento, 7 sono destinate all’acquisto, ristrutturazione o condono di abitazioni. Le altre 3, invece, sono rivolte prevalentemente all’acquisto di automobili. Ma i mutui, pur continuando a ricoprire l’80% dell’indebitamento a medio e lungo termine delle famiglie (dati regionali della Banca d’Italia), cominciano a segnare il passo in favore del credito al consumo: in Ciociaria sono cresciuti in un anno del 14,1% (9,4% il valore regionale), quasi quattro punti percentuali in meno dell’altra forma creditizia. Un dato preso la volo dai grandi centri commerciali che hanno attivato una serie di “card” per agevolare l’acquisto di pantaloni, pesce e detersivi, all’insegna di “Febbraio, il mese del consumo”.
Un trend, quello di Frosinone, già segnato dalla crescita avvenuta nel periodo 1998-2002. Leggendo i dati dell’Osservatorio sul credito della Camera di Commercio di Frosinone, «per tutte le province laziali ad eccezione di Latina (-8%), si registra un incremento complessivo nel valore assoluto degli impieghi. Tra questi, spicca in modo particolare il dato di Frosinone, che passa da 3 a 3,6 miliardi di euro di finanziamenti concessi, segnando un incremento del 18,1%, superiore a quello di tutte le altre province, maggiore di quasi quattro punti percentuali rispetto alla media regionale».
Conferma la crescita del credito al consumo la Banca della Ciociaria del capoluogo: «Interessi zero, acquisti a rate e pagamenti a gennaio 2007 hanno determinato una forte crescita di tale forma di finanziamento – spiegano i responsabili dell’ufficio prestiti – Noi stiamo trattando con la grossa distribuzione per gestire i finanziamenti attraverso una finanziaria. E’ perfino in cantiere una “carta” per il finanziamento degli acquisti». In Ciociaria, nel corso del 2004, l’utilizzo di carte di credito al consumo è cresciuto infatti di un quarto rispetto all’anno precedente.

ilmessaggero.caltanet.it

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO