Conto Corrente personale bloccato a causa di un fallimento

0
763

Buonasera, nel 2007 ero amministratore di una società unipersonale, avevo un c/c della ditta, la banca mi convinse ad aprirne uno privato dove versai 5.200,00€ di cui 5.000,00 investiti dalla banca in prodotti suoi.

Nel 2009 purtroppo la mia azienda è fallita… Ho fatto richiesta alla banca stessa la chiusura del c/c e restituzione dei miei soldi personali, mi hanno risposto che avendo con loro un debito sul c/c aziendale, non mi avrebbero mai restituito la mia somma.

Premetto che sono 3 anni che mi arrivano estratti conti con addebiti passivi di tenuta di conto, ho scritto anche alla banca d’italia ma non ho mai ricevuto risposta, il mio avvocato dice che ho ragione ma per fare gli atti alla banca, ovviamente vuole un anticipo di spese che io al momento non gli posso corrispondere…

Possibile che per avere il mio debba pagare un avvocato?

Complimenti per il sito e grazie per la vs eventuale risposta.

www.bnk209.it

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO