Il perchè di Antibanca

0
713

Era da molto tempo che pensavamo di creare uno strumento di forte contrasto.
Molte sono state le richieste e tante le persone che, per un problema con la banca si sono trovate, in un istante, ridotte ai minimi termini.
L’’indignazione è altissima ma, con una giusta riflessione e logica di informazione abbiamo dato il via al progetto di Antibanca.
Abbiamo fortemente desiderato far nascere una testata giornalistica che potesse in qualche modo mettere a nudo il sistema bancario.
Comunicare alla gente comune quello che nella normalità non riesce a capire e che comunque le viene occultato.
Un giornale online di rottura che vuole essere la voce di milioni di famiglie Italiane che per un cavillo del sistema bancario, hanno perso lo loro identità finanziaria.
Antibanca non ha bisogno di presentazioni, il significato è intrinseco al nome della testata. Pubblicare notizie, informazioni, storie, su banche e sistema bancario, significa informare e prevenire.
La nostra mission, oltre che essere informazione è anche attività di difesa a fianco dei privati e delle aziende.
Grazie alla sinergia con l’’Associazione BNK 209, Antibanca diventa lo strumento attivo e vivo della nostra realtà associativa.
L’’esperienza maturata in Associazione ci pone in una centralità rivolta ad una missione di salvaguardia e difesa di chi ha perduto tutto per colpa di una banca.
Ma, con questo non vogliamo diventare ne dei paladini e ne dei Robin Hood è solo che abbiamo deciso di manifestare la nostra rabbia e quella di tanti cittadini attraverso un sistema informativo ed esclusivo.
Antibanca nasce così dalla volontà di uno strumento Associativo, la BNK 209, per portare nelle case, negli, uffici, nelle aziende, nei luoghi comuni quanto accade nel sottobosco bancario Italiano.
Notizie che molti pensano siano di scarso risalto ma, che nella maggior parte dei casi rappresentano la salvezza e la continuità di una famiglia.

Raffaele Amici

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO