Moneta Elettronica, Digitale, Criptomoneta o Cyberpaura

0
618

Moneta Elettronica, Digitale, Criptomoneta o Cyberpaura

L’orientamento dei Governi, della Banca Centrale e delle Banche Europee è ormai molto chiaro e ben definito.

Traslare il sistema economico e finanziario da moneta reale a moneta virtuale e digitale.

Il processo di dematerializzazione della moneta è ormai una realtà.

Dapprima IMEL poi Istituti di Pagamento e per ultimo le banche tradizionali stanno via via adottando la moneta elettronica come alternativa al denaro circolante.

E le motivazioni?

Le più disparate.

Una politica, quella della moneta elettronica, che eliminerebbe alla radice il riciclaggio di denaro e metterebbe sotto controllo, in maniera definitiva il mercato economico e finanziario di interi Stati.

Quindi, un grande sistema evoluto, magari un grande server, dove la BCE, il Governo Centrale e i Governi periferici, potrebbero controllare, in tempo reale tutti i flussi e le transazioni giornaliere.

A questo si aggiungerebbe che, la BCE, finalmente potrà conoscere l’ammontare del denaro circolante e non ultimo, verrebbe a conoscenza dei flussi e delle giacenze presenti in ogni Stato.

Lotta all’evasione fiscale e al facile arricchimento.

Si ridurrebbero drasticamente rapine, furti, truffe.

Si abbatterebbero, in questo modo tutti i costi di produzione del denaro, compresi quelli del trasporto, della gestione e custodia delle giacenze.

Tutte le transazioni sarebbero gestite in tempo reale, quindi niente più tempi di attesa.

Le operazioni bancarie, si potranno fare, tutte senza più utilizzare contanti ma, semplici USER e PIN, codici e autorizzazioni tramite SMS, come adesso ma, senza più il denaro.

A rigor di logica, si dovrà pagare un bene un servizio, magari a partire da un semplice caffè, con una pura e semplice transazione elettronica.

I conti correnti gestiranno solo moneta elettronica.

Tutte le giacenze, gli investimenti, i risparmi saranno solo moneta elettronica.

Gli ATM, non erogheranno più denaro liquido ma, potrai solo fare tutte le operazioni che utilizzano solo moneta elettronica.

Anche in questo caso, un mondo virtuale, dove il nostro denaro sarà solo un numero a video.

Sarà la sicurezza dei sistemi la vera garanzia?

E tutto nel massimo della sicurezza…..

Eh sì, perché i motivi sono sempre gli stessi: antiriciclaggio, sicurezza, anticontraffazione….. ma, dietro si cela la mano lunga di chi vuole controllare, vuole sapere, vuole mettere mano nelle tasche di ogni singolo individuo, senza nemmeno dover più bussare alla porta. Basta un semplice click e i tuoi risparmi, il tuo denaro elettronico viene immediatamente prelevato.

E ti troverai, magari, alla prossima visualizzazione del tuo conto corrente con un saldo a ZERO, perché qualcuno, senza chiedertelo ti ha fatto un prelievo!

Ma, la moneta non doveva essere di proprietà del popolo?

Già la nostra moneta, quella che i nostri nonni i nostri genitori, custodivano nei posti più impensabili della casa e che ognuno ne era proprietario e poteva disporne in qualsiasi momento, senza dover chieder nulla a nessuno.

Il denaro, non è forse di chi lo possiede e ne ha la disponibilità fino al passaggio a miglior vita?

Sembrerebbe che questa proprietà, non debba più appartenere al singolo individuo ma, ad un sistema.

In definitiva, con l’ingresso della moneta elettronica, tutti saremmo gestiti da una unità centrale che controllerà quotidianamente i nostri ricavi, le nostre spese  magari determinerà anche i nostri guadagni.

E qui sorge una domanda: la rivoluzione della moneta elettronica, potrebbe essere dettata da una forma capitalistica che vuole a tutti i costi controllare il Mercato e non permettere ad altri di crescere e diventare ricchi?

Utopia o realtà?

Forme istituzionali, che hanno avuto questo trend di controllo, sono riconducibili ad altri sistemi, che in questi ultimi anni, hanno fatto da padrone come ad esempio le Centrali Rischi e la Privacy.

Centrale Rischi, che grazie alle segnalazioni di cattivi pagatori, fatte in modo unilaterale e arbitrario da parte del sistema bancario, hanno permesso di fermare gli imprenditori in crescita e con idee innovative oltre alla concessione alle stesse banche di poter aggredire e togliere i patrimoni a privati e imprenditori, mettendo in ginocchio intere famiglie e riducendo ai minimi termini intere generazioni.

La Privacy per voi, poteva essere la Legge per proteggere e dare la sicurezza dei propri dati personali?

No il pretesto per creare banche dati e gestire milioni di dati di privati e aziende, anche a loro insaputa.

Vi ricordate? Prima dell’introduzione della Legge sulla Privacy, si sapeva poco o nulla sull’identità del Sig. Mario Rossi. Un semplice cittadino, ed eterno sconosciuto.

Con l’introduzione della Legge sulla Privacy, oggi sappiamo, chi è il Sig. Mario Rossi, conosciamo esattamente tutti i suoi dati, le sue abitudini, le sue preferenze, insomma tutto.

Ed in più, il Sig. Mario Rossi diventa oggetto di mercanzia tra le varie società che distribuiscono banche dati di aziende e privati.

Come dire, fatta la Legge scoperto l’inganno.

Questa volta, è inverso, per ingannare facciamo la Legge.

E così anche per la moneta elettronica.

Sarà l’ennesimo inganno, ad arte, per mettere sotto controllo tutto il denaro.

La smania dei Governi è ormai chiara: controllare tutto e tutti.

E se avrai del denaro sotto il mattone o nel materasso, dovrai prima o poi tirarlo fuori e metterlo in questa grande cassa elettronica comune o altrimenti non varrà più nulla.

E questo sarà il ricatto del futuro, che i nostri Governi formuleranno per tenere tutto sotto controllo.

Ma dopo tutta questo ragionamento, forse la vera paura è quella che non sarai più proprietario del tuo denaro.

Immagina, che una mattina come tante altre, mentre ti accingi a pagare il caffè, nel tuo dispositivo appare la parola ERROR.

Cerchi disperatamente di capire collegandoti al tuo conto corrente ma, anche qui leggerai nel display del telefono la parola ERROR.

Da li a qualche minuto scopri che quel Server che gestiva la tua moneta elettronica, i tuoi risparmi, i tuoi investimenti è spento, forse è stato distrutto, forse un accesso indesiderato di qualche hacker…..

E tu rimarrai istantaneamente senza più un centesimo.

Avrai perso in un attimo tutto quello che possedevi, e nessun mattone come nessun materasso potrà ridarti quello che è andato perduto!

Raffaele Amici

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here